Fare esperienza come traduttore

woman in grey jacket sits on bed uses grey laptop

La mancanza di esperienza nell’ambito della traduzione è una dei punti più problematici per i traduttori alle prime armi. Questa mancanza porta spesso a una sottovalutazione delle proprie capacità. Si può essere bravi ma non essere al 100% consapevoli per via di una mancanza di esperienza concreta nel settore. Vediamo oggi come risolvere questo problema.

Sin sa subito vorrei dire che nessuno nasce esperto! Tutti, anche i più bravi professionisti hanno avuto un inizio, un periodo senza esperienza alcuna, ma questo non è mai (e non lo sarà mai) un ostacolo per chi ha abbastanza perseveranza e preparazione.

Vediamo adesso alcune possibilità di fare esperienza nell’ambito della traduzione e di incrementare sia le nostre capacità, che soprattutto la fiducia nelle proprie forze.

  1. La cosa più comune è quella di fare un tirocinio universitario presso qualche agenzia di traduzione. Quest’esperienza aiuta moltissimo e può essere anche molto utile per arricchire il proprio CV. Ci sono svariate possibilità di farlo, e di solito le università mettono a disposizione un servizio di orientamento per trovare un tirocinio giusto. Le agenzie sono molto aperte a questo tipo di collaborazione perché hanno la possibilità di stare in contatto con i futuri traduttori e di assumere qualcuno che è davvero bravo.
  2. Fate volontariato presso associazioni che appoggiano cause di vostro interesse. Anche questo è un ottimo modo per fare esperienza e per fare anche qualcosa di bello. Tradurre per chi appoggia le tue idee è molto utile. Prima di tutto, avrai la possibilità di tradurre testi appartenenti ad ambiti di tuo interesse. Poi, darai anche una mano per appoggiare queste cause.
  3. Se volete fare esperienza di traduzione, potere creare un vostro portfolio di traduzioni (che evidentemente tradurrete al meglio) e di allegarlo o indicarlo al vostro CV (forse è meglio indicare un link che porti direttamente al vostro portfolio, con Google Drive, ad esempio). Chi guarderà il vostro CV e vorrà vedere come traducete, darà un’occhiata al vostro portfolio. Questo sarà sicuramente un punto a vostro vantaggio! Evidentemente il portfolio deve essere fatto a regola d’arte e le traduzioni devono essere fatte al meglio.
  4. Fate esperienza diretta. Cercate delle collaborazioni con le agenzie. So che questo potrebbe sembrare il punto più difficile da fare. Tuttavia, se le agenzie vedono un buon CV probabilmente vi daranno la possibilità di realizzare un test di traduzione (attenzione però, i test devono essere BREVI… le agenzie serie non fanno mai tradurre pagine e pagine di testo. Diffidate di chi vi chiede di tradurre un testo lungo come prova di traduzione. La tentazione è alta, ma se un’agenzia ci mette 5 cartelle per capire se un traduttore è bravo o meno, allora c’è qualcosa che non va).
  5. NON SVENDERE MAI IL PROPRIO LAVORO! Il lavoro del traduttore, pure a inizio carriera, deve essere rispettato. Così e soltanto così potrete costruire una carriera solida e seria. Svendersi non rappresenta mai un inizio e, secondo me, è anche fortemente controproducente. Proporre tariffe bassissime è segno di insicurezza e poca professionalità. Siete a inizio carriera, ma non siete impreparati. Se avete studiato duramente per raggiungere questo traguardo, vuol dire che avete tutte le carte per diventare traduttori bravissimi e non c’è alcun motivo per svendersi solo perché non avete moltissima esperienza.
  6. Indipendentemente dalla scelta intrapresa per fare un po’ di esperienza, impegnatevi sempre al massimo e consegnate solo traduzioni di qualità: fate una ricerca, se necessario; fate la revisione della vostra traduzione con cura in modo da consegnarla senza errori; controllate sempre se avete un dubbio su come si traduce un determinato termine; abbiate un atteggiamento professionale!
  7. NON ASPETTARE MIRACOLI! Fare esperienza suppone prendersi il tempo necessario e fare le cose giuste! I risultati arrivano sempre, ma dopo un po’ di tempo. Date tempo al tempo. Chi ha la preparazione giusta per fare il traduttore, lo farà sicuramente! Questo non è un percorso immediato e non vi dovete demoralizzare sin da subito! Facendo le mosse giuste e mantenendo un atteggiamento professionale, otterrete sicuramente dei risultati.

In bocca al lupo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...